mercoledì 11 febbraio 2015

Frittelle Mangione



Ingredienti:

  • 250 g farina 00
  • 250 g latte
  • 50 g zucchero
  • 2 uova
  • 1 lievito
  • olio di arachide per friggere
  • 30 g zucchero a velo
  • 50 g pinoli (facoltativo)
  • 50 g uvetta (facoltativo)
  • ½ mela (facoltativa)


Sbattete le uova con una forchetta, unite farina, latte, zucchero, lievito e mescolate sino ad ottenere un composto omogeneo.


Fate scaldare l’olio in un tegame di acciaio, fate friggere il composto a cucchiaiate (cercando di versarlo nell’olio senza filamenti), fate asciugare le frittelle sopra un vassoio ricoperto di carta assorbente, sistemate in un piatto di portata, spolverate con lo zucchero a velo e servite.


Se preferite frittelle più ricche di sapore potete aggiungere all’impasto pinoli, uvetta, cubetti di mela e procedere come spiegato sopra.


Le frittelle sono dolci fritti tipici del carnevale che si possono fare in vari modi. Con questa ricetta otterrete delle frittelle belle gonfie e prive di vuoto internamente, se preferite il contrario dovete cliccare questo link http://pentolefornelli.blogspot.it/2013/01/frittelle.html.




Con lo stesso impasto versato in un imbuto e fatto colare disordinatamente nell’olio, otterrete dolcetti diversi ed altrettanto buoni.



Seguiteci su Facebook per essere sempre aggiornati sulle nuove ricette. Cliccate qui  sotto
https://www.facebook.com/Pentole-e-Fornelli-168226869964957/ poi mettete MI PIACE in alto a destra. Grazie!


7 commenti:

  1. Mamma che voglia di frittelle!!!!
    Se le avessi davanti sarei capace di mangiarle una dietro l'altra!!
    Un caro abbraccio e buona sera
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Fantastiche le provero... troppo carine e particolari quelle realizzate con l'uso dell'imbuto 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una modalità simpatica per cambiare aspetto alla solita ricetta! :)

      Elimina
  3. Ciao c'è un trucco per evitare di creare i filamenti? Grazie

    RispondiElimina
  4. L'unico accorgimento da adottare è quello di accompagnare giù l'impasto dal cucchiaio con un colpo secco delle dita...:)

    RispondiElimina